EMANUELA ORLANDI: Petizione

Casi irrisolti

Domenica Pietro Orlandi in piazza s. Pietro: "Ci aspettiamo che il Papa

parli di Emanuela".

Giovedì incontro per sensibilizzare l'opinione pubblica


L'appello-petizione al Papa per chiedere di non dimenticare Emanuela Orlandi, la figlia del commesso della Prefettura della Casa Pontificia scomparsa ventotto anni fa, ha già raccolto 40 mila firme. Lo comunica il fratello di Emanuela, Pietro Orlandi, che per domenica prossima ha organizzato un incontro pubblico in piazza San Pietro sperando che, nel corso dell'Angelus, il Pontefice dedichi una parola alla vicenda.

«Tutti coloro che ci appoggiano, oltre naturalmente a noi familiari - scrive Pietro Orlandi - si aspettano e sperano ardentemente che papa Ratzinger pronunci una parola in ricordo di Emanuela. Una sua iniziativa pubblica, dopo 28 anni di silenzi e di omertà, potrebbe rappresentare l'inizio di un cambiamento, nella direzione della verità e della giustizia».

Intanto, in attesa del raduno in piazza San Pietro, Pietro Orlandi dà appuntamento giovedì prossimo, alle 20.30, presso il teatro del Centro culturale Elsa Morante, zona Eur nella capitale - dove la libreria 'Pagina 348' ha organizzato un incontro con Pietro per presentare il libro 'Mia sorella Emanuelà scritto a quattro mani con Fabrizio Peronaci. I due incontri sono volti a sensibilizzare sul caso di Emanuela, scomparsa misteriosamente il 22 giugno 1983. (Adnkronos)

 

 


centrometeo.com