Libri

LA RAGAZZA CON L'OMBRELLINO ROSA

di Igor Patruno (Ed. Ponte Sisto)


Orrendo delitto nel centro di Roma. Una donna di 21 anni, Simonetta Cesaroni è stata violentata e uccisa nell’ufficio dove lavorava in via Carlo Poma nel centrale rione  Prati. Il corpo è stato ritrovato dalla sorella della vittima”. Così l’8 agosto il TG1 diffonde la notizia, così il delitto di via Poma entra nell’immaginario degli italiani.

Di giovani donne, belle o meno che siano, ne vengono uccise tante e molte restano senza giustizia: brevi apparizioni nella “nera” quasi subito dimenticate. Tuttavia della  ragazza morta in via Poma si è continuato a scrivere e parlare per tutto il tempo trascorso da quel 7 agosto del 1990 e non solo per le parecchie novità dell’inchiesta  emerse a singhiozzo.

La tragica fine della ragazza di periferia andata a morire in un palazzo della Roma “bene” è entrata immediatamente nell’immaginario collettivo ed ha continuato a restarci.

Chi ha ucciso Simonetta Cesaroni? A due decenni di distanza non vi è alcuna certezza giudiziaria.

Da qualche mese si è aperto in Corte d’Assise il processo per l’ex fidanzato. Tuttavia molte, troppe domande restano senza risposta. Il "suicidio" di Pietrino Vanacore e le  accuse mosse dal PM Ilaria Calò al piortiere hanno aumentato i dubbi e i misteri. 
Il libro,
La ragazza con l’ombrellino rosa, tenta di ripercorrere le varie fasi dell’inchiesta e di rileggere dopo venti anni molti aspetti poco chiari e sottovalutati dalle conclusioni a cui è giunta la Procura di Roma.

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo